Recupero e arredo – 2 puntata

copertina blog recupero e arredo

Spesso, per arredare di una casa, ci lasciamo ispirare dalle riviste di arredo o di architettura che, attraverso l’esposizione di nuove forme e colori, ci consigliano cosa scegliere. Oppure abbiamo soggiornato in un albergo dove siamo stati molto bene e ci siamo innamorati dei colori pastello della camera da letto, dalle tende ondeggianti che cadevano sul pavimento filtrando delicatamente la luce del sole  e la sua luce tiepida, soffusa, emanava un senso di pace. Per non parlare del tappeto a fiori su cui pareva di camminare in un prato. 

recupero e arredo

Giro di vento: un monastero risalente al X sec d.C. immerso nella  selvaggia natura del Montefeltro

Oppure… avevo fretta, la testa piena di cose da fare e da dire, il lavoro mi assorbiva a mille e la stanza dalle forme lineari, pulite, senza fronzoli, era come lo schermo del computer su cui lavoro di solito e questo mi placava lo spirito. 

E ancora… sono stata a casa di amici e subito sono stata catturata dall’armonie dei colori, dagli oggetti e soprattutto dalla luce che le  lampade al led gettavano sul quadro gigante della sala. 

Ispirarsi significa fare entrare aria, soffiare dentro, ossigenare. Qualcosa che entra e che esce. Uno scambio, e dove c’è scambio c’è vita.
Immaginatevi un porto di mare: odori, linguaggi, sapori, forme, colori, sensazioni. Un oceano di contenuti diversi che ci piace aprire per sapere cosa c’è dentro. La curiosità è il motore dell’esistenza.

Vediamo come è stata arredata la casa dell’attore che ci piace molto, siamo incuriositi dal nuovo vicino che è arrivato con un camion di una nota marca di cucine…

Strano a dirsi, le case sono cose immobili, eppure mobilissime, il nostro porto di mare interiore, dove gli oggetti entrano ed escono continuamente. Le case sono animate, specie quando hanno il contenuto della nostra anima, non dell’ultimo designer di grido, ma il linguaggio della nostra anima e della nostra storia. Ecco che allora lo stile parla davvero di noi e per noi, dell’ultimo libro che abbiamo letto, dell’ultimo film, del viaggio che più ci ha impressionato ed è rimasto nel nostro animus…

recupero e arredo edificio storico a jesi

Progetto e ristrutturazione di un edificio storico nel centro di Jesi (Arch. Sergio Marinelli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *