Casale Senigallia

  • casale-senigallia-prato
  • casale-senigallia-angolo
  • casalel-senigallia-portico
  • casale-senigallia-retro
  • casale-senigallia-panorama
  • casale-senigallia-caminetto
  • casale-senigallia-candelabri
  • casale-senigallia-sala
  • casale-senigallia-arco-b
  • casale-senigallia-sfondo
  • casale-senigallia-arco
  • casale-senigallia-floor
  • casale-senigallia-cucina
  • casale-senigallia-kitchen
  • casale-senigallia-pic
  • casale-senigallia-porticato
  • casale-senigallia-corner
  • casale-senigallia-teatro
  • casal-senigallia-quintaverde
  • casale-senigallia-floor
  • casale-senigallia-caminetto
  • casale-senigallia-particolare
  • casale-senigallia-lounge
  • casale-senigallia-mirror
  • casale-senigallia-scala
  • casale-senigallia-room
  • casale-senigallia-robe
  • casale-senigallia-vasca
  • casale-senigallia-bagno
  • casale-senigallia-room-a
  • casale-senigallia-bagno-b
  • casale-senigallia-attic
  • casale-senigallia-bagno-c
  • casale-senigallia-giardino
Rif. 661

Casale Senigallia

Senigallia€ 980,000
Anno: 2008
Area totale: 7000 mq
Area coperta: 600 mq
Camere: 4
Bagni: 5
Richiedi info

Abitare in una casa colonica è come indossare un certo tipo di abito su misura, sartoriale, di qualità che distingue la persona che lo  possiede ,  habitare infatti  proviene dal latino habere : avere.
Possedere una casa colonica nelle Marche è fare una scelta ben precisa dunque,fare un opera di precisa distinzione  nel vasto panorama di offerte immobiliari esistenti in tutto il territorio nazionale e regionale nonché   concepire la vita e le sue “ abitudini” quotidiane  rispettando l’anima del luogo innanzitutto,  ovvero  l’anima del mondo, assecondarla ascoltando la sua storia , perché senza storia non c’è memoria e non c’è nemmeno racconto, che è anche  storia dell’evoluzione dell’uomo che ha trasformato la casa colonica da luogo di vita /fatica a luogo di vita/ relax e aggiungo di bellezza.

La storia di questo casale assomiglia alla storia dei tanti casolari  sparsi nel territorio  delle  Marche ( un recente sondaggio ne ha registrati  settantamila. Cinquanta anni fa ce ne erano più di centodiecimila ) con un epilogo felice: una sapiente ristrutturazione l’ha salvata non solo dall’ammaloramento naturale delle case abbandonate ma l’ha perfino trasformata in un edificio di pregio, aggiungendo e mettendo in risalto aspetti che in altri restauri sono stati infelicemente trascurati: ampiezza dei volumi, luminosità degli spazi, rapporto equilibrato  tra interno ed esterno; il giardino ha le sue funzioni  come l’abitazione risponde ad altri. Una sacralità austera li separa e al tempo stesso li amalgama, la casa non può non appartenere che a questo giardino e viceversa.
Un caso di osmosi tra due enti ben definiti, niente è casuale, ogni angolo lascia il segno, come le grandi palme sullo sfondo che segnano lo spartiacque tra il giardino e le colline, tra il relax e il lavoro , oppure il grande portone d’ingresso quasi monacale della casa che  da questo momento in poi si può solo definire villa.
L’abitazione è davvero singolare, frutto di una felice ricerca stilistica che oltrepassa le mode effimere e vacanziere, qui si tratta di un abito per tutte le stagioni e per tutti i tempi ,  passati e futuri.
Il salone è arioso e suddiviso in spazi che “ servono “  al proprietario nelle diverse ore della giornata fino alla zona relax davanti al televisore e al caminetto,  la sala da pranzo con il bellissimo caminetto ottocentesco di richiamo francese e le porte gemelle con vetro satinato e disegnato che si aprono alla cucina, anch’ essa con uno stile che travalica ogni tempo eppure assolutamente di questo tempo. La cucina è dotata di tutti i servizi, c’è anche un grande ripostiglio accanto. La porta finestra della cucina si apre sul porticato che si può anche chiudere perché dotato di vero tetto con coppi e pianelle. C’è anche un bagno di servizio.
Le camere al piano superiore sono quattro con tre luminosissimi bagni sia con vasca che con doccia. Una delle camere possiede una grande cabina armadio.
Il piano secondo ed ultimo è un ampio  open space disegnato dagli scacchi delle velux sul tetto che originano degli insoliti giochi di luce, due finestre parallele si aprono sul giardino e sulla campagna, esiste anche una lavanderia che si può trasformare quindi in un bagno.
La zona dove è collocata la villa si trova nella campagna attorno a Senigallia, una cittadina che negli ultimi anni ha visto crescere in maniera esponenziale le quotazioni degli immobili, probabilmente dovuta ad una politica turistica ed economica molto accorta e una qualità edificatoria di alto livello.

Acqua comunale
Elettricità
Riscaldamento
Strada asfaltata
Cancello elettrico
Pozzo
Giardino recintato di mq 7000
Villa : 600 mq con due portici
Senigallia : 7 km
Autostrada : 6 Km
Aeroporto : 22 km

Marche Country Homes

  • Office : 0731213145
  • Fax : 0731213145

Lorenza Cappanera: +39 335 5943536 Ciro Simonetti:      +39 327 9190468 Sergio Marinelli: +39 329 4608130

Immobili simili